UNA IDENTITA’ PER I LUCANI

Una regione con un nome – “Basilicata” – ed un etnonimo – “Lucani” – che nulla hanno in comune tra loro. Hanno provato a chiamarci basilicaioti e basilicani, basilischi, basilicatesi e basilicatini. Ma siamo sempre stati Lucani, e lo siamo ancora. Lo statuto regionale prevede, esclusivamente, l’uso del vocabolo “lucani” per identificare i suoi abitanti rifacendosi alla denominazione “Lucania” che fu ufficiale dal 1932 al 1947 (oltre a identificare l’antica regione che però aveva confini differenti).

Questa doppia denominazione – quasi che la Basilicata sia senza abitanti e che invece riconosca gli abitanti della Lucania – crea senz’altro confusione e mette in crisi la forza identitaria della regione: tanto in relazione alla appartenenza identitaria dei cittadini lucani, quanto relativamente alle possibilità di promozione territoriale in termini notorietà, riconoscibilità, simbologie e segni che attribuiscono significati e valori.

Insomma, viviamo in Basilicata, ma siamo ancora Lucani. E’ per questo che Volt nel proprio programma inserisce il ritorno alla denominazione “Lucania” in luogo di “Basilicata”. Una questione che – come si è detto – non è fine a se stessa, ma ha importanti implicazioni sociali ed economiche.

× Vuoi parlare con noi?